fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
fuga mobilya
Oblati di Maria Vergine


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

FINE SETTIMANA LANTERIANO Stampa E-mail

Dal 20 al 22 agosto, su iniziativa del Rettore Provinciale degli OMV per l’Italia, Padre Carlo Rossi, la famiglia Lanteriana si è riunita, presso il Centro di Spiritualità Mondo Migliore (Rocca di Papa), per un incontro dal titolo “Sentire cum Ecclesia – Individualismo e comunione ecclesiale” tenuto dal Rettor Maggiore Emerito degli OMV Padre Patrice Véraquin.

Per l’incontro, ultimo di una serie svoltisi negli anni passati e sempre aventi ad oggetto la spiritualità del Padre Lanteri e il carisma Ignaziano, è stata scelta la formula del ritiro, intercalando le relazioni con momenti di preghiera e riflessione personale e successiva condivisione in gruppi e/o in sala. A tale scopo sono stati proposti da P. Patrice brani della Scrittura, del Magistero e alcuni passi scelti fra vari autori.

Nel corso del ritiro, iniziato il pomeriggio del venerdì e conclusosi la domenica mattina, P. Patrice ha proposto una riflessione sull’individualismo nello sviluppo della società occidentale e la sua relazione con la comunione ecclesiale, riassunta nel motto “Sentire cum Ecclesia”.

Partendo dall’analisi della nostra società, la quale, pur riconoscendo all’individuo un posto importante, soffre i mali della solitudine, crisi dell’impegno, frammentazione dei legami sociali, si è percorso il passaggio, avvenuto nel corso della storia, dalla società olistica alla società individualista. In particolare si è messo in evidenza come l’individualismo, a seconda delle situazioni, possa portare sia alla valorizzazione dell’uomo che all’iperindividualismo contemporaneo con le sue derive.

E’ stata quindi presa in esame la visione cristiana dell’uomo, il valore dato da questa all’individuo quale creatura pensata e voluta da Dio a sua immagine e somiglianza, ciascuna unica chiamata ad una personale vocazione, e che nella libera risposta ad essa trova la sua piena realizzazione, in essa diventando somigliante a Dio. Questo ci ha dato lo spunto per riflettere sul come dobbiamo guardare all’altro che è sempre e comunque “immagine di Dio”, se pur sfigurata, e a noi stessi che, come scrive il Padre Lanteri, dobbiamo costantemente esercitarci ad avere in ogni occasione “Gesù innanzi agli occhi.... imitarlo nel modo più perfetto, sia quanto all’interno, che all’esterno....conservare la memoria non dissipata, ma dolcemente fissa in Gesù, ad assuefare l’intelletto a vedere e giudicare sempre ogni cosa secondo Gesù, a tenere la volontà sempre tranquilla ed unita a quella di Gesù” e diventare così “una copia viva di Gesù”.

E’ stata posta quindi l’attenzione su come il degenerare dell’individualismo, nonché le possibili reazioni a questo degenerare, possano mettere in pericolo l’unità della Chiesa allontanandola dall’ideale della Chiesa nascente descritta negli Atti degli Apostoli, “la moltitudine aveva un cuore solo ed un’anima sola”, e quindi dal “Sentire cum Ecclesia”. Definizione, quest’ultima, che troviamo in S. Ignazio il quale, alla fine del suo libro di Esercizi Spirituali dà delle regole affinché ci sia “l’autentico sentire nella Chiesa militante”. S. Ignazio intende e “sente” la Chiesa come un tutto unico: visibile e invisibile costituiscono insieme un unico corpo e quindi: amo la Chiesa perché mi porta a Cristo e, se la amo la amo tutta, anche con i difetti, la amo perchè “noi” siamo la Chiesa.

 

Leggi tutto...
 
PADRE GIOVANNI CECCARELLI CI HA LASCIATO Stampa E-mail

Oggi, 4 luglio, alle ore 8,30 p. Giovanni Ceccarelli Giovanni ci ha lasciati per ritornare alla casa del Padre.
Come sapete, da qualche settimana si trovava in uno stato critico, assistito dai padri e dal personale della comunità di Chiavari, dove vi era stato trasferito a seguito dell’aggravarsi del suo stato di salute. Due giorni fa è stato ricoverato, ma il Signore ha deciso di chiamarlo a se. Aveva 91 anni, 76 anni in Congregazione, 70 di professione religiosa e 64 di sacerdozio. Era il decano della nostra Congregazione.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 31 32 33 34 35 36 37 38 Succ. > Fine >>

Pagina 38 di 38

Area riservata